giovedì 17 giugno 2010

Tra marito e amici

Chi scegliereste tra vostro marito, o moglie, ed i vostri amici?
Secondo voi se si dovesse fare una scala, figli a parte, al primo posto c'è il vostro uomo, o donna, o un vostro/a amico/a?
Ditemi la vostra, sono curioso!

8 commenti:

  1. uau,che domandona!
    Sì, io scelgo mio marito.
    Ho sempre avuto molte amiche,nell'infanzia ricordo che litigavano per essere la mia migliore amica...non so perchè...io non ho mai avuto molta stima di me stessa, sempre timida ma molto molto allegra e gioiosa, forse era per questo...o perchè ero sempre molto accondiscendente e non cercavo mai il litigio!
    Ma proprio per questo mi sono sempre presa delle " fregature ", mia mamma mi diceva che a volte se ne approfittavano troppo della mia disponibilità...e aveva ragione...anche adesso dovrei imparare a fare un pò più il mio interesse, così non ci resto male. E mio marito mi mette in guardia ma poi ci ricasco! E tu?

    RispondiElimina
  2. @mammasorriso: Devo fare una premessa: ho solo due amici ed abitano ancora nella mia città natale. Gli altri sono colleghi o conoscenti. Questo perché quando si parla di amicizia io penso a quella "vera" e non mi interessa quella di "comodo". Prima di trasferirmi credevo di averne tanti ma poi ho scoperto che erano appunto amicizie di comodo, ed il comodo era il loro. Poi c'è da aggiungere che i miei genitori non si sono mai circondati di amicizie, non hanno mai stretto legami oltre la mia famiglia, e così sono stato abituato a non necessitare di legami extra familiari, le amicizie per l'appunto, nonostante sia molto estroverso e socievole. Detto questo rispondo alla domanda: per me viene prima l'amore, prima l'amore dell'amicizia. Quando io e la mia ex ci definivamo solo "il mio ragazzo" e "la mia ragazza" l'ho messa davanti a tante cose, ero innamorato perso di lei: stavo male se non la guardavo nei suoi occhioni, stavo male se non sentivo la sua voce e la sua risata, ero in trepida attesa dei suoi sms mattutini o serali in cui mi diceva buonanotte in una lingua straniera. Quante telefonate ho fatto, mentre lavoravamo, inventando svariate scuse solo per sentire la sua voce per poi crollare balbettando ed ammettendo "Volevo solo sentire la tua voce". Amavo il modo in cui mi amava, è stato il periodo più bello della mia vita.
    Forse è stata al primo posto sin da subito perché è stata la mia prima ragazza, la prima donna che amavo e che mi amava. Però penso che l'amore deve venire per forza prima dell'amicizia: se fosse il contrario allora dovremmo fare l'amore con gli amici e desiderare da loro dei figli. Forse è un pensiero troppo "striminzito" e farà fare un salto sulla sedia ma mi sento di esprimerlo così.

    RispondiElimina
  3. ecco la mia personalissima lista delle priorità
    1 - figli
    2 - compagno di vita
    3 - famiglia di origine
    4 - amici
    5 - io
    6 - parenti
    7 - resto del mondo

    ma ammetto che io cambio spesso posizione ;P

    RispondiElimina
  4. @Claudia-cipi: Vedo che anche tu posizioni l'amore prima dell'amicizia. Il figlio è logico che venga per primo, è così anche per me!
    PS Per quella cosa grazie mille della segnalazione ;-)

    RispondiElimina
  5. Sempre l'amore.
    Ho perso amici per strada, pochi sono rimasti stretti, alcuni me li sto trovando ora e sono GRANDI.
    Ma LUI è sempre lì. Prima di tutto.
    Non respirerei nemmeno senza.

    RispondiElimina
  6. sempre sempre l'amore!!!!
    marito, famiglia e amici!!!poi io vengo dopo con tanta calma:-)
    non sono ancora sposata, ma presto andrò a convivere e poi ci sposeremo:-)

    RispondiElimina
  7. Naturalmente prima il mio "A"more Mr T, subito dopo i nostri due teppisti.
    Quanto a scegliere tra amici e famiglia, di sicuro arrivano i miei genitori, ma nonostante il bene che voglio alle mie sorelle biologiche, prima di loro viene la mia "famiglia" dell'università, persone con cui sono cresciuta in uno dei momenti fondamentali della vita e alle quali sono ancora molto legata :-)

    RispondiElimina
  8. I figli vengono prima di tutto e non si può negare, del resto vanno cresciuti, educati, amati ecc.
    Il compagno/compagna ovviamente partecipa nella crescita degli stessi e fa parte quindi della famiglia che in sè al il primo posto necessriamente, mentre un fidanzato lo metterei al livello amici con qualcosa in più, nel senso che con lui /lei si pensa di costruire un futuro insieme.
    Le amicizie sono importantissime quando sono sincere e il legame è davvero forte.
    Diciamo che sono tutti rapporti da primo posto, è invece il tempo da dedicare a ciascuno che va spartito nel modo giusto cercando di non farlo mancare per nessuno...e questo è davvero difficile! :-)

    RispondiElimina