martedì 8 giugno 2010

Ricetta per un ottimo Fanta dolce domenicale!

Sono emozionato, ho tante cose belle da raccontare e non so bene come iniziare. Una volta una professoressa mi disse "Le belle emozioni si fa fatica a descriverle scrivendo ed il miglior modo per farlo è scrivere col cuore". Grazie prof ci proverò.

Di cosa voglio parlarvi? Di una domenica meravigliosa, che è finita con me che mi addormento non appena la testa ha toccato il cuscino ma i cui ricordi sono ancora vivi nella mia memoria e nel mio cuore al risveglio.
Vi parlerò di come sei persone comuni, senza poteri o doti mistiche, sono partite appositamente da una città emiliana, di domenica mattina, per festeggiare il compleanno di un bambino a loro molto caro, del loro nipote romagnolo. Perché diciamolo, la Scimmia è romagnolo ed ormai lo è anche il suo papà :-)
Sono la mia famiglia, quella che ho da quando sono nato. Sono i nonni e gli zii della Scimmia, sono persone semplici che per amore hanno voluto passare una bella domenica con me e mio figlio. Sono persone che ogni giorno, e soprattutto in questa occasione, hanno dimostrato il loro affetto per lui, per il loro nipotino romagnolo. Non so se prendere un suv per passare un giorno di festa al mare ti renda un supereroe ma prendere un treno affollato per stare qualche ora con tuo nipote si, soprattutto se quel nipote è mio figlio! Forse c'è anche un significato se nel primo caso ti ritrovi con la pioggia e nel secondo invece una bellissima giornata di sole.
Gli ingredienti del "Fanta dolce domenicale"  sono
  • un Nonno P
  • una Nonna A
  • una Zia I
  • una Zia K
  • uno Zio E
  • un Cuginetto M
  • un ottimo pranzo in una bella trattoria romagnola
  • allegria in abbondanza
  • una tonnellata di sorrisi
  • un po' di regali
  • un barbapapà
Questo enorme impasto ha lievitato dal pranzo alla cena, il primo avvenuto in una dei più bei borghi romagnoli mentre la seconda in casa mia. Purtroppo non tutti gli ingredienti hanno potuto partecipare a tutta la lievitazione, alcuni hanno dovuto lasciare l'impasto prima degli altri ma il tempo che sono rimasti è stato fondamentale per la realizzazione del meraviglioso Fanta dolce domenicale!
Dopo vari giri per prendere torta (quella vera!), ingredienti venuti in treno, Scimmia e ingrediente venuto in macchina ci siamo diretti subito nel mio luogo preferito: Santarcangelo (ve lo aspettavate vero? dite la verità!).
Li Sergeppetto aveva prenotato, con largo anticipo, un grande tavolo per tutti gli ingredienti specificando che sarebbero dovuti arrivare emiliani e partire romagnoli. E così è stato!
Il pranzo alla Trattoria del Passatore è stato molto bello ma soprattutto buono, pietanze gustosissime ed  anche abbondantissime! Ricordo ancora la faccia della Zia K quando ha visto il piatto di pasta "non abbondante" per il Cuginetto M, è dovuto intervenire Zio E per finirlo :-).
Abbiamo iniziato con buonissimi antipasti a base di melone, prosciutto, piada, pane e salse al pomodoro, funghi, olive e melanzane. Poi siamo passati ai primi, dopo che l'antipasto aveva preso pieno possesso dei nostri piccoli "pancini", e qui sono arrivati tanti piatti profumatissimi e si sentiva odore di passatelli, ravioloni, pappardelle, ragù di cinghiale e di salsiccia e molto altro.

guardate l'espressione della Scimmia e quella del piccolo pirata sulla maglietta...

Dopo i primi, qualche bicchiere di buon vino, qualche chiacchiera, qualche risata, qualche foto e piccoli regalini, sono arrivati naturalmente i secondi e questa volta gli odori erano di misto di carne alla griglia, filetto di manzo ai porcini, scamorza affumicata con verdure e tanto altro ancora.
Ho cercato di fare delle foto ma non facevo in tempo ad accendere la fotocamera che inquadravo solo piatti puliti...Troppo lento io? No, troppo buone le pietanze!
Dopo esserci riposati un po', non noi ma i nostri stomaci, è arrivata la torta per festeggiare la Scimmia. Abbiamo anche acceso la candelina ma il vento dispettoso faceva a gara con la Scimmia a chi la spegneva prima: ha vinto la Scimmia! 
Dopo il caffè abbiamo sentito scricchiolare le sedie e così abbiamo capito che la "lievitazione" era iniziata e che era bene andare a fare una bella passeggiata dimagrante per il centro del paese. Sarebbe stata meglio la maratona di New York ma  la grande mela non è bella come Santarcangelo!
Sono rimasti tutti colpiti dalle stradine strette con i palazzi antichi e le mura caratteristiche, le scalinate a gradini larghi, la fontana "Via dell'acqua", il grande parco con i giochi per bambini. La gelateria ha fatto rimanere tutti a bocca aperta, o meglio a "lingua lunga"! Mentre i grandi mangiavano il gelato, Scimmia e Cuginetto M hanno corso su e giù, di qua e di la, a zig e a zag per la strada pedonale che porta alla fontata chiamandosi per nome e imitando ognuno i movimenti dell'altro, erano davvero carini!
Purtroppo si era fatto tardi e abbiamo riportato tutti a casa mia perchè Zia K, Zio E e Cuginetto M dovevano prendere il treno: la loro lievitazione era finita ma avevano contribuito davvero tanto alla realizzazione del Fanta dolce domenicale :-)
Prima di partire ho posato l'occhio su un distributore di palline dei Barbapapà ed anche se la Scimmia non mi ha detto nulla non ho potuto resistere, ne ho presa una. Anche l'altra volta un Barbapapà mi aveva chiamato ma si trattava di un palloncino mentre questa volta era un piccolo Babapapà arancione di gomma morbida con una cordicina, un gadget per cellulare. Col suo nuovo amico in mano la Scimmia ha approfittato per fare un bel sonnellino durante il tragitto ed anche arrivati a casa non ha aperto occhio. Io e gli ingredienti rimasti ci siamo rilassati un po' sul balcone con una bell'arietta fresca che ci accarezzava il viso. Quando la Scimmia si è svegliata è stato il momento di aprire gli altri regali. Quello che lo ha sorpreso ed emozionato di più è stato il Cantiere Navale che gli ha regalato Zia I. Io e la zia abbiamo fatto un po' di fatica a capire come montarlo ma il risultato è stato molto bello. E' stata una buona idea montarlo sul balcone perché quando poi abbiamo aggiunto l'acqua il gioco è diventato strepitoso: giravi a mano un'elica particolare e la barchetta si muoveva da sola per i canali! La Scimmia si è divertita molto ed è anche stato bravo a non bagnarsi.


I nonni e la zia sono stati davvero felici nel condividere quei momenti di gioia con la Scimmia. Anche io ero davvero felice e sereno, nella pace più profonda.
Dopo la cena, a base della pietanza preferita dalla Scimmia, è venuto il momento triste di salutare tutti gli ingredienti rimasti. Ormai la lievitazione era conclusa! Di nuovo baci, saluti, tanti sorrisi e tanta gioia.
Dopo la doccia io e la Scimmia siamo andati a dormire raccontandoci cosa era successo questa domenica, gustando a turno una fetta di questo meraviglioso Fanta dolce domenicale :-)

INTEGRAZIONE
Ecco il Barbapapà gommoso. La foto l'ho fatta di fretta questa mattina, di fretta, perché Scimmia non voleva separarsene. Adoro mio figlio, per tutto ciò che è e per tutto ciò che fa, anche i capricci! Sono matto?


E per chi non usa IE basta andare qui.

8 commenti:

  1. Beh, mi sembra che le emozioni le hai sapute descrivere benissimo! Quanta gioia, quanto amore... è stato un bellissimo racconto.Buona settimana
    PS:non siamo romagnoli ma i passatelli piacciono molto anche a noi e ogni tanto ce li cuciniamo ;)anzi mi hai fatto venire voglia di farli insieme ad Ale!

    RispondiElimina
  2. quella professoressa aveva ragione: la gioia e las erenità di quella giornata si legge in ogni parola.
    fichissimo il cantiere navale!
    di nuovo auguri alla piccola scimmia :D

    RispondiElimina
  3. @mammasorriso: Come sempre grazie mille per le belle parole! Sono felice di essere riuscito a trasmettere la mia gioia. Quando passi del tempo con le persone che ti amano davvero e te lo dimostrano, con le parole e con i gesti, non puoi che essere felice. La meravigliosa giornata di ieri mi ha dato anche un motivo per sopportare chi invece ha solo voglia di farmi male. Mi sento davvero più forte e per certi versi "refrattario" alla negatività. Come può cambiarti la vita una sola giornata passata in armonia! Non lo dico perché sono i miei familiari ma si sono tutti mossi solo per festeggiare il compleanno della Scimmia, non avevano pretese di mare o di sole e questa spontaneità per me è sinonimo di amore vero.
    Per quanto riguarda i passatelli sono davvero buoni, piacciono molto anche a me che sono romagnolo d'adozione, specialmente in brodo. Se vi piacciono forse siete diventati romagnoli e non ve ne siete accorti ;-)
    P.S. Hai scelto davvero un nickname appropriato perché sei una mamma capace di farmi fare sempre un sorriso. Grazie di cuore :-)

    RispondiElimina
  4. @Claudia-cipi: Grazie, sono felice di averti trasmesso ciò che ho provato. E' stata davvero una giornata serena senza brutti pensieri.
    Il cantiere navale è davvero bello ma per apprezzarlo completamente ci vuole l'acqua. Se ti piace compralo solo se hai un giardino o un balcone grande con lo scarico per l'acqua. La Scimmia voleva giocarci in casa e se glielo avessi permesso sarei ancora li a tirare su acqua dal pavimento!

    RispondiElimina
  5. mi piace seguire le tue riflessioni...e poi è raro che un uomo parli così apertamente delle prorie emozioni!
    Hai ragione , rimani il più possibile refrattario alla negatività!!!
    Visto che siamo di complimenti ;) mi piace molto la nuova veste del blog.Anch'io vorrei cambiare un pò, dare un pò di colore...ma ho paura di fare pasticci.Prima o poi mi ci metto.
    Per il mio nikname...in effetti sono sempre stata una persona molto sorridente...e lo sono anche i miei figli molto solari...da qui il nome del blog ecc. Grazie ciao

    RispondiElimina
  6. @mammasorriso: Grazie di nuovo per tutti i complimenti! Se devo essere sincero sono dispiaciuto per non aver fatto prima queste riflessioni ma sono felice di poterle fare ora, che ho ancora del tempo da dedicare a me ed alla Scimmia.
    Per quanto riguarda il blog se vuoi cambiare il suo look puoi usare il Blogger in draft. E' merito di questo post molto utile che ho scovato dopo un po' di ricerche. Col Draft ci sono un sacco di modelli, di colori, di impostazioni aggiuntive! Per altre cose invece ho fatto ricorso a vecchie conoscenze di html, almeno una volta nella vita mi sono tornate utili ;-)

    RispondiElimina
  7. omamma, leggere questo post a quest'ora mi ha fatto venire un'acquolina terrrrrribile!!!
    non sai quanto mi manca la cucina romagnola. Ma proprio tanto tanto. Probabilmente è ciò che più mi manca dell'Italia come terra. Qui in Spagna la cucina non è un gran che... tutto fritto, uova patate e patatine dappertutto...
    in igni caso grazie per questo racconto. Vedo che quest'anno i festeggiamenti per il piccoletto sono stati spettacolari e prolungati. È felicissimo e si vede!
    che fortunello!

    RispondiElimina
  8. @maggie: Anche a noi è venuta l'acquolina in bocca quando abbiamo cominciato a sentire i profumi che venivano dal tavolo a fianco: ecco perchè i primi sono spariti subito! Non conosco la cucina spagnola, non saoevo che imperasse il fritto: l'unica bevanda che conosco, e apprezzo, è la sangria :-P
    Nei festeggiamenti, io e la mamma, ci abbiamo sempre messo il cuore perché la nascita della Scimmia è stata un evento meraviglioso per tutti e tre! Lo ricordo davvero come fosse ieri e spero di ricordarlo in questa maniera anche quando la Scimmia sarà grande così potrò raccontarglielo, in ogni minimo particolare!

    RispondiElimina