domenica 14 marzo 2010

In cantiere

Dunque, cosa dire? Inizio coll'ammettere che ultimamente sono stato un po' assente.
Non è stato nulla di voluto ma al contrario ci sono state occasioni in cui avrei voluto mantenere viva la mia presenza sul (mio) blog ma la stanchezza, o il poco tempo, non me lo hanno permesso.
Oggi è stata una bella giornata, con tanto sole e nessuna nuvola. Che sia arrivata la primavera?
A dire la verità non credo più ne alla primavera e ne all'autunno, per me esistono solo due stagioni: l'estate e l'inverno.
Qui a Rimini o fa freddo o fa caldo, vie di mezzo non ci sono... E pensare che ero convinto che qui avrei trovato un inverno freddo ma secco, e fino a 3 anni fa è stato così, ma adesso invece l'inverno è freddo ed umido, proprio bagnato: wet wet wet!
La provvidenza ha voluto che oggi sia venuta a trovarmi mia sorella e, approfittando del bel tempo ed attendendo che si finissero di cucinare alcune pietanze, siamo stati un po' nella loggia a fare delle chiacchiere e mi è venuta voglia di finire il mobile per la lavatrice che ho iniziato ad....ottobre...
Devo montare ancora gli sportelli, che devo ancora finire di verniciare con l'impregnante, e la parte posteriore che lascerò separabile dal resto grazie a piccole ganasce a molla. In questo modo se vorrò spostare il mobile non dovrò spostare la lavatrice che, come ogni brava casalinga sa, pesa come un macigno.
Sono un uomo, è vero, ma perché devo fare sforzo fisico se posso evitarlo? Inoltre ho montato 4 ruote al mobile e spostarlo è un gioco da ragazzi. anche mia sorella ne è rimasta piacevolmente sorpresa.
Altro progetto in cantiere è il "banco da lavoro con gli attrezzi" per la Polpetta. E' rimasto un po' indietro perché fino a che non scatta la scintilla dell'idea brillante non riesco a mettere mano ai miei attrezzi con passione e tranquillità. Ho bisogno anche di tanta serenità che da qualche giorno mi è venuta a mancare, chi sa se c'è chi conosce il motivo...
Una lampadina da 100W mi si è accesa sulla testa ma non ho l'attrezzo necessario e quindi fino a che non me lo procuro non posso realizzarla.
Per fortuna che vicino a casa mia c'è un negozio della catena BricoIo, a circa 2,5 km che rispetto ai 25 del Castorama (ora Leroy Merlin) sono davvero una passeggiata!
Ebbene si, compro attrezzi e materiali da queste catene del fai da te. Qualcuno/a di voi pensa che siano catene che vendono merce a basso costo e che quindi non ci si possa comprate nulla di valido e duraturo??? Davvero pensate questo???
Sappiate che la Mini-Cucina e la Mini-Credenza della Polpetta sono state realizzate con un trapano-avvitatore da 18V della TAU comprato al BricoCenter (non a Rimini) nel 2001 e pagato 89.000 Lire!!! Ha anche la percussione!
Se trovo quello che mi serve sono a cavallo, spero proprio di riuscirci: ho proprio voglia di fare un'altra sorpresa alla mia adorabile Polpetta!
Adesso vado, buonanotte a tutti.
Sergeppetto

1 commento:

  1. Ciao! Bello il tuo blog. Hai voglia di registrarlo in MammacheBlog? Il mio aggregatore di blog di mamme e papa'.
    Se vuoi ti aspetto qui:

    http://www.mammacheblog.com

    ciao, Jolanda

    RispondiElimina